Antonio Abate

Tre padri eremiti avevano l’abitudine di recarsi ogni anno dal beato Antonio: due di loro lo interrogavano, il terzo taceva sempre. Dopo lungo tempo Antonio gli chiede: “perché tu non mi chiedi mai nulla?” E gli rispose: “a me basta vederti” (Detti 27).

42406

Nato a Coma, nel cuore dell’Egitto, intorno al 250, a vent’anni abbandonò ogni cosa per vivere dapprima in una plaga deserta e poi sulle rive del Mar Rosso, dove condusse vita anacoretica per più di 80 anni: morì, infatti, ultracentenario nel 356. Già in vita accorrevano da lui, attratti dalla fama di santità, pellegrini e bisognosi di tutto l’Oriente. Anche Costantino e i suoi figli ne cercarono il consiglio. La sua vicenda è raccontata da un discepolo, sant’Atanasio, che contribuì a farne conoscere l’esempio in tutta la Chiesa. Per due volte lasciò il suo romitaggio. La prima per confortare i cristiani di Alessandria perseguitati da Massimino Daia. La seconda, su invito di Atanasio, per esortarli alla fedeltà verso il Conciliio di Nicea.

Attratti dal suo esempio di ascesi monastica, alcuni cristiani vollero farsi suoi discepoli e Antonio, monaco maturo accettò di guidare le anime, alternando a tempi di solitudine assoluta, tempi di vita insieme ai suoi discepoli. Lasciò come testamento spirituale una massima in cui è racchiuso il segreto della sua vita che traluceva nella bellezza del suo volto: Respirate Cristo!

Annunci

Informazioni su sentierofrancescano

Rivista scientifica su tematiche e percorsi francescani della zona Umbria-Marche, ma non solo. www.sentierofrancescano.it
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...